San
Sebastiano

Protector Palatioli

don Angelo Caligiore

"DAL MATRIMONIO ALLA COMUNIONE"

di don Angelo Caligiore

"DAL MATRIMONIO ALLA COMUNIONE"
Un percorso di evangelizzazione destinato ai coniugi, sposati religiosamente o civilmente o solo di "fatto" inizia nella parrocchia di san Sebastiano il 16/02/2016 dalle ore 18.30 alle 19.30 e continuerà per tutti i martedì di quaresima.
Il parroco invita a partecipare i fedeli e quanti ne hanno interesse.
Padre Angelo Caligiore

Orario S.S. Messe presso la Basilica di San Sebastiano:
giorni feriali: 08.30 (chiesa dei Cappuccini) - 18.30
giorni festivi: 09.00 (chiesa dei Cappuccini) - 10.30 - 12.00 -19.00
San Sebastiano

Preghiera a San Sebastiano

Signore, Onnipotente ed Eterno, fonte di ogni Santità, che hai dato al Santo Martire Sebastiano la forza di testimoniare fino all’ultimo il Vangelo della salvezza dell’uomo, chiamato nel Cristo a libertà e giustizia, concedi anche a noi di essere liberati da ogni ambizione e rivalità e di camminare nella luce e nella sequela del Vangelo per edificare il Tuo Regno di pace.

san Sebastiano 10 agosto

Da circa 1700 anni la Chiesa venera San Sebastiano

martire nella città di Roma e, nello stesso tempo “ignoto” per le sue origini e per la biografia, che è sconosciuta, in modo imperfetto, per un’opera scritta da un autore del V° secolo d.c.. I modesti documenti agiografici manifestano la fedeltà della Chiesa ai segni di devozione tramandati dal popolo cristiano e dal patrimonio monumentale di Roma, che conserva ancora la basilica di S.Sebastiano lungo la via Appia. Il primo documento che segnala il culto a S.Sebastiano, celebrato il 20 gennaio, e che testimonia l’inumazione del suo corpo sulla via Appia in “catacumbas” è la Depositio martyrum del 354 d.c.. 

Leggi di più

Per sapere chi è e cosa ha fatto S.Sebastiano bisogna ricorrere ad altri due posteriori documenti. Il primo è il commento di S.Ambrogio al salmo II8 ed il secondo è la “Passione” o “Atti del martirio”, che, probabilmente risale ad un anonimo monaco del V° secolo d.c.. In questi due documenti possiamo conoscere le qualità umane che consentono agli autori di riflettere sul combattimento cristiano e sul dovere di porre la vita quotidiana a servizio del vangelo. S.Ambrogio dice: “Prendiamo l’esempio del martire Sebastiano, del quale oggi ricorre il giorno natalizio per la vita eterna. Egli nacque a Milano, dove il persecutore forse non era ancora venuto o se n’era allontanato, o era piuttosto moderato. Sebastiano si accorse che qui il combattimento non ci sarebbe stato o sarebbe stato fiacco. Partì quindi per Roma, dove infuriavano aspre persecuzioni contro la nostra fede; ivi subì il martirio, cioè ebbe la sua corona”.
La “Passione” dice che:

  • I – Sebastiano è un soldato apprezzato tanto dagli imperatori Diocleziano e Massimiliano che lo eleggono comandante della prima coorte pretoria;
  • 2 – Sebastiano si impegna a sostenere la fede dei cristiani, condannati al martirio, e sollecita alla conversione coloro che, in vario modo, sono vicino ai condannati.
  • 3 – Sebastiano dichiara a Diocleziano, che lo rimprovera di tradimento, di essere stato sempre fedele all’impero e di pregare alla salvezza di Roma;
  • 4 - Sebastiano è condannato da Diocleziano ad essere crivellato dalle frecce come un istrice dai suoi aculei e … siccome non morì, successivamente,
  • 5 – fu percosso a morte nell’ippodromo del palazzo imperiale ed il suo corpo fu gettato nella cloaca maxima.

Queste notizie permettono alla Chiesa, di insegnare che un santo è un maestro di vita ed una persona coerente tra quello che crede e quello che fa.
Infatti, S.Sebastiano scelse liberamente di:
- andare a Roma; - avvicinare i martiri e confortarli nella fede;
- pregare per il bene di Roma e dell’imperatore;
- presentarsi a Diocleziano, dopo il primo martirio e la guarigione, per sollecitarlo ancora alla conversione.
Negli anni precedenti abbiamo posto ai cittadini di Palazzolo Acreide le seguenti domande:
I - la devozione a S.Sebastiano ha influito sulla tua vita?
2 – il pensiero di S.Sebastiano, condannato ingiustamente, ti ha aiutato a sopportare qualche offesa? Il popolo ha risposto alle due domande, comunicando che l’esempio di S.Sebastiano ha influito positivamente sul comportamento della vita personale ed ha favorito la sopportazione di offese ricevute per i 2/3 degli intervistati.
Sac. Angelo Caligiore

Orario S.S. Messe presso la Basilica di San Sebastiano:
giorni feriali: 09.00 (chiesa dei Cappuccin) - 18.00 (estivo 18.30)
giorni festivi: 09.00 - 10.30 - 12.00 -18.00 (estivo 19.00)

Localizzazione

Basilica:

Piazza del Popolo, 96010 Palazzolo Acreide - Siracusa, Italia

Mappa: Vedi

E-mail: info@sansebastiano.org

Info

Comitato Festeggiamenti Basilica Parrocchiale San Sebastiano

Piazza del Popolo – 96010 Palazzolo Acreide (Siracusa)

Tel. 0931-882045 – Fax 0931-883886

E-mail: info@sansebastiano.org

Orari Basilica

  • Luned ì

  • Martedì

  • Mercoledì

  • Giovedì

  • Venerdì

  • Sabato

  • Domenica

Festeggiamenti

Festeggiamenti 08/17 agosto
vedi programma

Festeggiamenti 20/27 gennaio
vedi programma

Tel. 0931-882045 – Fax 0931-883886

E-mail: info@sansebastiano.org